La sfida di Jim Caviezel

Nell’antica Grecia avevano il pallino del kalòs kai agathòs: secondo loro l’uomo ideale doveva essere sia bello che buono (coraggioso, valoroso, virtuoso). Le signore ateniesi di allora avrebbero quindi trovato irresistibile quest’attore americano, definito da una blogger the ideal pin-up of every catholic woman.
Infatti questo dream man, protagonista de La Passione di Cristo di Mel Gibson e coprotagonista di La sottile linea rossa di Terrence Malick (forse il più bel film sulla guerra che sia mai stato fatto, ve lo consiglio!), è anche un grand’uomo. Agathòs, decisamente. La storia che vi racconto viene da qui e qui.
Il nostro bel Jim è un fervente cattolico, e un giorno sta discutendo con un suo amico, sostenitore del diritto all’aborto, cercando in tutti i modi di fargli cambiare idea. Questo, messo alle strette, butta lì la sfida: “Il giorno che tu e tua moglie adotterete un bambino disabile, io smetterò di essere abortista”.
Jim lo prende sul serio, e prenota un viaggio in Cina con la moglie Kerri. (Più tardi racconterà di essere stato “assolutamente terrorizzato” all’idea di adottare un bambino disabile, ma che nello stesso tempo sentiva che Dio voleva questo da lui.) Visitano un brefotrofio, in cui ai bimbi abbandonati viene detto che loro non sono nati da una madre, ma dalla polvere della terra. Lì incontrano il piccolo Bo, di cinque anni, abbandonato da neonato su un treno, ammalato di tumore al cervello. E’ chiaro che in quella situazione non ha la minima chance di sopravvivere. Allora Jim e Kerri lo adottano, se lo portano a casa, affrontano con lui interventi e cure.
Dopo un po’ di tempo Jim e Kerri tornano in Cina cercando un altro bambino da adottare. Viene loro proposta l’adozione di una neonata sana, ma s’imbattono in un’altra bimba, di cinque anni, anche lei con un tumore al cervello. Pensano: “Questa non ha nessuna possibilità di essere adottata da qualche altra coppia”. E anche lei diventa loro figlia.
Piccolo corollario alla storia: l’amico che lanciò la sfida si è comunque rifiutato di cambiare idea, anche dopo le due adozioni! E’ sorprendente che il Signore si sia servito di questo simpatico mascalzone per portare Jim e sua moglie a queste scelte. Jim osserva: You have no idea the blessings you have coming to you if you take a chance on faith, “Non si ha l’idea delle benedizioni che si ricevono quando si accetta un rischio per fede”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...