Quando la fede è in minoranza

Ho trovato in un post di Clairity nel blog Cahiers Péguy queste osservazioni sulla fede vissuta in un contesto di minoranza culturale, quale è quella dei cattolici statunitensi. Sono tratte da un’intervista di John Allen al nunzio apostolico negli Stati Uniti, Pietro Sambi, alla vigilia della visita del Papa. Penso che siano pienamente applicabili anche alla realtà italiana.

Come analizzerebbe la situazione che la Chiesa cattolica deve affrontare negli Stati Uniti?

Quando sei in minoranza, come lo sono i Cattolici in questa cultura, hai bisogno di tre principi forti.

Il primo è un’identità chiara, un senso chiaro di ciò che sei e di ciò che vuoi essere. Come minoranza, se non hai un’identità chiara, sarai come una goccia di vino nell’acqua… scompari.

Il secondo è un forte senso di appartenenza. Lo definirei così: hai bisogno di una comunità, e la comunità ha bisogno di te. Chiunque cammina da solo, prima o poi si perde nel deserto.

Terzo, quando sei in minoranza, hai bisogno di un impegno profondo di eccellenza. Devi eccellere nelle qualità umane, nelle qualità familiari, nelle qualità professionali, nelle qualità della vita cristiana, per essere luce per gli altri. Se non hai un senso di eccellenza, sarai sommerso dalla maggioranza.

Foto dei tulipani: OBMonkey, sxc.hu
Foto di mons. Pietro Sambi: da qui

Add to Technorati Favorites

Bookmark and Share

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...